BEAUTIFUL YOU
Libro

Beautiful You

Con Beautiful You, Libriakmzero torna ad immergere nel delirante ed inquietante mondo di Chuck Pallaniuk.
Contrariamente agli altri romanzi di Chuck, Beautiful You ha avuto il potere di intristirmi pesantemente.
Vi chiederete perché un estimatrice del trash come la vostra Guendalina si sia appesantita emotivamente dopo questa lettura. Un parte della tristezza provata è oggettiva. Ho letto il libro quando ero costretta a letto dall’influenza. Ma non è stata questa la cosa più triste, mi ha annientato il senso di nichilismo che la storia ti lascia, soprattutto alla fine.

Red Lips-ID12433-1920x1236

La mia amica Sillaus me ne aveva parlato favorevolmente, mi aveva detto di stare attenta alle porcate, ma che la lettura sarebbe stata allucinante.
Infatti il libro è davvero allucinante.
Parla dell’utopia di raggiungere il piacere sessuale più intenso usando una complicatissima gamma di strumenti erotici progettati per stimolare i meandri più reconditi della fisionomia umana, tralasciando completamente la parte affettiva. Come recita lo slogan del prodotto confezionato in bustine fucsia “Mille milioni di mariti stanno per essere rimpiazzati”, tutte le donne dei paesi industrializzati sono invitate a preferire il “sesso senza cerniere” ai propri mariti, figli e legami affettivi in genere.
Riuscirà Penny la nostra eroina a sconfiggere il cattivo dispensatore di piacere paradisiaco Maxwell e a riconquistare se stessa e la sua libertà? Lo scoprirete solo leggendo il romanzo.

Red Nails-ID12439-1920x1280

Anche in questo caso Pallaniuk ci sfida. Prende un tema contemporaneo come quello dell’eccessiva erotizzazione, della musica, dei prodotti e dei programmi televisivi e la porta all’eccesso. Facendo così ci rende profondamente consapevoli di quanto siamo simili agli assurdi personaggi del suo libro e di quanto siamo vittime della mancanza di valori che è insita nella nostra società e che viene riempita di bisogni vuoti ed inutili.
Come è inutile l’ossessione per il sesso.
Da brava capo scout mi è capitato di affrontare questo discorso mille volte ed in contesti addirittura sconvenienti (tipo il sagrato di una chiesa). Di solito non faccio battute allusive e riferimenti e, quando i miei ragazzi volevano cogliermi in fallo cercavano di farlo chiedendomi cose sulla sessualità.
Per fortuna non sono una stupida e la mia risposta era sempre una demolizione al concetto che veniva richiesto. La cosa che mi stupiva è che i miei ragazzi parlavano di sessualità come mera risposta ad un bisogno e non come uno strumento che fa parte della relazione con una persona con il quale abbiamo deciso di avere una relazione di qualsiasi tipo. Che sia un Friend with benefit, un compagno/a, un fidanzato/a , un marito/moglie, un amante, la persona con la quale vai a letto condivide con te una parte molto importante della tua vita, che può influenzarci in varia misura.
Per questo mi era facile rispondere alle domande dei ragazzi. Loro volevano sapere particolari pruriginosi ed io parlavo di sfere affettive e d’amore. Vi chiederete se non facevo apposta a rigirarmi la frittata. In realtà, nel periodo che facevo la capo reparto ero diventata attentissima dal punto di vista delle emergenze educative e volevo far capire loro che dietro al sesso c’è molto di più di quello che potevano immaginare dalla disinformazione nei quali erano immersi. Forse farebbero bene ad approfondire Beautifull You, un romanzo che conferma la straordinaria vena analitica di Chuck Pallaniuk.
Lo consiglio sicuramente agli amanti del genere.
Aspetto un vostro commento e buona lettura da #Libriakmzero

Guendalina

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Libriakmzero non è solo un blog, ma è la conversazioni che Guendalina, Rakshal e Stryke fanno solitamente seduti davanti ad una birra nel nostro pub preferito. Siamo lettori onnivori. Abbiamo gusti molto eterogenei e ci piaciono soprattutto la lettura in digitale e i fumetti. In questo blog vige un unica regola: dire esattamente quello che si pensa.

Copyright © 2015 The Mag Theme. Theme by MVP Themes, powered by Wordpress.

To Top