Acqua in bocca di Camilleri e Lucarelli

Acqua in bocca di Camilleri e Lucarelli

Acqua in bocca, non è un romanzo noir.
È un più che altro un incontro di boxe fra due autori. Due giganti in Italia del genere poliziesco o noir. Stiamo proprio parlando di Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli.
Io amo il genere. Sono davvero una grande appassionata di gialli. Mi piace leggere di delitti e di come uomini di volontà ed ingegno riescano a risolverli. Ne ho già parlato nel blog, da Manuel Vázquez Montalbán,  a  Giorgio Scerbanenco, a Fred Vargas. I commissari di polizia sono un po’ degli eroi-antieroi, in genere credo che questo dipenda da quale aspetto del loro carattere viene portato in risalto.
Ho letto tantissimo sia di Camilleri che di Lucarelli. Oggi tra tutti, ho scelto di parlarvi di questo libro, perché è perché stata una scoperta.
Entrambi gli autori hanno scritto senza dubbio libri più memorabili. Eppure  Acqua in bocca rappresenta un fulgido esempio di sperimentazione letteraria.
Un dialogo fra due stili, piacevole da leggere. In pratica Andrea Camilleri  ha scritto il primo capitolo del libro, Lucarelli ha scritto il secondo e così via. Costruendo con questo dialogo epistolare un confronto/ scontro tra due personaggi, due modi di narrare, quattro occhi intorno ad un intreccio che fa incontrare e scontrare i due autori. E’ stato un esperimento molto divertente. Il libro scorre veloce, lo leggi quasi senza accorgerti che stai già per voltare l’ultima pagina, con un’accelerazione del ritmo della vicenda ed un confronto più serrato. i capitoli scivolano via.
Se non avete mai approfondito il genere o se non avete mai letto niente di questi autori, non vi consiglio però, di iniziare da questo libro.
Se invece, come me, siete appassionati e volete stare in compagnia di due amici che si confrontano in un libro…questo è il libro giusto.
Scrivetemi, fatemi sapere cosa ne pensate e … acqua in bocca.
Buona lettura da Guedalina e da LibriaKmZero

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More