Amata Tela di Giulia Madonna

Amata Tela di Giulia Madonna

Vi avevo già accennato che il progetto di questo blog sta cambiando e si sta evolvendo come si evolvono le anime dei suoi redattori.
Un progetto assolutamente nuovo per Libriakmzero ci è stato offerto da un’autrice di romanzi rosa di Pescara, Giulia Madonna.
Giulia ci ha chiesto di curare la presentazione del suo libro Amata Tela al pubblico.
La presentazione è prevista per il 14 dicembre 2014 alle 17 presso la sala comunale di Piazza Grue a Pescara.
La sala è grande e può ospitare anche 70 persone. Nonostante Giulia non sia una scrittrice molto conosciuta, spero che alla presentazione venga più gente possibile. Mi piace parlare di libri e mi piace parlare con gli autori, ma non mi capita mai di farlo in pubblico.
Il #FLA2014 mi ha dato modo di vedere parecchie presentazioni. Il dialogo con i vari autori era di volta in volta diverso e costruito in maniera differente. C’era molto del libro, ma soprattutto si parlava moltissimo degli autori.
Io conosco poco Giulia. Più che la Giulia donna, conosco la Giulia che scrive. Gli autori non sono mai totalmente quello che scrivono. Spesso celano la loro vera natura al mondo per rivelarla solo attraverso la bocca di qualche personaggio o tra le righe delle storie che raccontano.
Amata tela è un libro che parla d’amore e di passione. Non pensavo che una donna così composta come Giulia Madonna, potesse essere così passionale, di quella passione, che lei stessa definisce, cieca, magica e folle. Ne ho anche parlato con lei. Solitamente non leggo libri rosa. La vostra Guendalina è, per sua natura, più romantica, che passionale e , se non si sente a suo agio, si trasforma in un blocco di ghiaccio. Tutto l’opposto della “conturbante magia” e della “sfrenata sessualità” di Eugenio e Francesca.
Ma non mi fraintendete, non ci troviamo davanti ad un nuovo “50 sfumature di grigio“. Qui la storia d’amore è vissuta nelle difficoltà reali della vita di due persone che dopo i loro “magici amplessi” si scontrano con le loro reali problematiche di vita, studio, lavoro e famiglia.
Giulia cerca di capire cosa siano la libertà e la felicità vissuta in un rapporto d’amore tormentato e , attraverso le scelte della protagonista Francesca, riusciamo anche a capire quale sia il pensiero dell’autrice.
Di Giulia Madonna mi sono piaciute molte cose, anche se le ho rimproverato l’uso eccessivo degli aggettivi e il climax sempre iperbolico di Amata tela.
I miei rimproveri sono blandi e derivano dal perfezionismo che una lettrice cerca sempre all’interno dei romanzi che legge.
Questo è il secondo romanzo di Giulia ed il primo libro, che ci invitano a recensire e presentare.
Spero che questa carriera continui per entrambi e …che porti nuovi successi.
Buona lettura da Libriakmzero
Guendalina

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More