Connect with us

Videogame

Pathfinder: Kingmaker

Published

on

Pathfinder è un offshot del regolamento cartaceo di D&D, si quello che in inglese si definisce “pen&paper”.

La lunga controversia tra i giocatori di questo famosissimo regolamento, circa la versione del regolamento 3.5 ha infiammato la blogosfera di riferimento per anni. Paizo, la casa editrice di Pathfinder, individuò per prima un mercato per questi giocatori nostalgici, abituati ad un set di regole che non volevano veder tramontare, al quale erano affezionati e con il quale si trovavano a proprio agio.

“Long story short”.
Dungeon and Dragons arrivo alla versione 4.0 del regolamento mentre Paizo annunciava che avrebbe prodotto un mmorpg. Si tentava una impresa che aveva già visto fallire proprio il suo fratello maggiore, Dungeon and Dragons Online è un prodotto di nicchia, un Lord of the Rings Online con un motore grafico molto datato e discutibili meccaniche di gioco.
Quando l’mmorpg venne parzialmente abbandonato facendo schiantare il treno di hype che si era costruito intorno molti degli appassionati come me rinunciarono a vedere una trasposizione digitale decente di questo regolamento.

Arrivò poi Pathfinder: Kingmaker
“Make no mistake”
Si tratta di un classico rpg, stile Baldurs Gate. Complesso, intricato e pieno di dialoghi. Mezz’ora della vostra vita potrebbe sparire semplicemente seguendo le conversazioni tra i personaggi.
Niente “dungeon crawler”, niente azione frenetica alla Diablo o peggio alla Path of Exile.
C’è tutto l’arsenale classico del gioco di ruolo cartaceo.

Libro degli incantesimi, incontri casuali, creazione del gruppo di avventurieri, disposizione dei personaggi in relazione al combattimento a turni.
La morte è nella prossima caverna, nel prossimo incontro sulla strada. Potrebbe arrivare anche dall’altro gruppo di avventurieri che si sta cimentando proprio nella medesima impresa.
Potreste diventare un Barone magnanimo o un sanguinario tiranno.
87 giorni per portare a termine la vostra impresa. Questo è ciò che vi viene concesso, per costruire un reame nelle Terre Rubate, per sconfiggere il male e tutto il resto del repertorio fantasy.

Leave a comment

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.