Serie TV

Chernobyl HBO Miniserie

Mentre sui social si scoprono tutti sceneggiatori ma non riuscirebbero nemmeno a scrivere un pensiero per un biglietto d’auguri, abbandono le torme di grandi autori televisivi incompresi alle loro diatribe e premo play sul lettore del mio computer.
Parte la seconda puntata della miniserie targata HBO: Chernobyl.
Una serie che è un pugno nello stomaco e poi un cazzotto in faccia. Un pugno nello stomaco a tutti quelli che pensano che la scienza non serva, che puoi sapere tutto e basta digitare su google “donna islam” per diventare esperto universitario sull’argomento. Un cazzotto in faccia a quelli che fino a qualche tempo fa lavoravano in una fabbrica di scarpe e ora pensano di avere una opinione migliore dei fatti proposti da chi ha passato una vita a studiare la materia.

L’arroganza dell’ignoranza.
Il populismo, dalla parte del popolo, tutti disposti a cedere a quel pensiero unico utile solo a livellare la conoscenza verso il basso. L’ignoranza come valore e anche “uno vale uno”, che si tratti di scegliere i giocatori per una partita a calcetto che di creare una commissione per contenere l’esplosione di un reattore nucleare che sembrava impossibile.
Due puntate nell’archivio della mia memoria ma non riesco a togliermi dal cuore quella sensazione di rabbia e disagio, sono passati trent’anni e dobbiamo la salvezza di gran parte della popolazione d’Europa ad un manipolo di eroi, veri.
Disposti a sacrificare la loro vita per quella di milioni, una vita che il loro governo, quello del popolo valutava 400 rubli e che era disposto a mentire fino all’ultimo, oltre ogni vergogna.

Un manipolo di uomini e donne disposti a restare a pochi chilometri dall’equivalente di 40 atomiche di Hiroshima ogni ora, come baluardo contro la distruzione.
Le vittime ignare, inconsapevolmente sacrificate alla politica di una grandeur sovietica ormai al tramonto.
Guardate questa serie televisiva, un piccolo capolavoro e sentitevi per una volta più spettatori e meno sceneggiatori.

Leave a comment

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Most Popular

Libriakmzero non è solo un blog, ma è una raccolta di conversazioni che Guendalina, Rakshal e Stryke fanno solitamente seduti davanti ad una birra.

Copyright © 2015 SerStudio. Theme by MVP Themes, powered by Wordpress.

To Top