Connect with us

Film

Boyz n the Hood

Published

on

Ci sono quei film che vanno rivisti, anche molti anni dopo perché poi alla fine siamo sempre allo stesso punto della storia.
1991, South Central, Los Angeles.


2019, Crenshaw per essere precisi e sempre nello stesso posto in cui è ambientato il capolavoro di John Singleton si continua a morire come in una zona di guerra, si continua a vivere nel degrado e nella povertà. L’epidemia di crack è anche passata e “the rock” non è più la punta di diamante di un commercio illegale che da sempre ha avvelenato le strade di questo quartiere della città degli angeli ma lì si muore esattamente come allora.


Un memorabile debutto per Singleton che non ripeterà mai il successo di questa pellicola, un cast di attori semisconosciuti ma destinati allo “stardom”: Ice Cube, Cuba Gooding Jr., Morris Chestnut, Larry Fishburne, Nia Long, Regina King e Angela Bassett.
Resta sempre un groppo in gola quando il film finisce e s’acuisce quel senso di disagio per il tempo che passa davanti senza che sia poi davvero vissuto, perché il sangue chiama altro sangue e poi alla fine devi scappare dall’inferno scalando le pareti a mani nude.


Non è una questione di razza la povertà, è una questione di nascita, se ti trovi nel posto sbagliato quando succede puoi finire solo in due modi: morto o in galera.

Leave a comment

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.