Connect with us

Libro

Le Benevole

Published

on

Potremmo sottotitolare questo libro:
“La banalità e l’ignavia del male”
L’autore ribalta completamente la prospettiva su olocausto e Germania nazista, raccontandoci in prima persona l’ascesa al potere e tutto il periodo del terzo Reich, tramite il personaggio di Max Aue. La ricostruzione storica è molto accurata e dettagliata.
Già l’inizio è disturbante, il personaggio principale ci dice che è facile per noi giudicarlo, dal comodo delle nostre vite, ma che se fossimo stati là con lui non avremmo fatto nulla di diverso da ciò che ha fatto lui.
In realtà, durante le numerose pagine del libro, si snoda la vita di un ignavo ipocrita sempre pronto a lasciarsi trascinare verso il comodo, il semplice, il mainstream, anche quando è in aperto conflitto con ciò che sarebbero i suoi valori e credenze.
Ma ne ha di valori e credenze? Certamente, come tutti noi, anche se potrebbe non sembrare vista la noncuranza e la facilità con cui si lascia trascinare, ma come la maggior parte di noi, sceglie di metterli in secondo piano rispetto alla comodità.
Assistiamo quindi alla scalata gerarchica – per caso – di quest’uomo che praticamente ha la sola capacità di galleggiare e farsi trasportare dalla corrente. L’altro suo spiccato talento è quello di far ricadere sugli altri e sulle circostanze la responsabilità di qualsiasi evento gli accada, auto assolvendosi in continuazione.
Lo stile dell’autore è molto scorrevole e questo facilita la lettura, ma il tema è davvero scomodo e non è facile affrontarlo.
Va letto, a mio parere, ma in un momento in cui si sia ben predisposti alla riflessione.
Perché, secondo il mio punto di vista, in queste pagine è spiegato davvero come sia potuto succedere ciò che è successo allora e perché potrebbe ripetersi, anzi, si sta già ripetendo in diverse parti del mondo, se non si tiene alta l’attenzione.

Leave a comment

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.