Upload S01

Amazon Prime si rivela una miniera piena di gemme nemmeno troppo nascoste.
C’è questa serie “esclusiva”, con un titolo che m’intriga, le puntate sono brevi, non c’è altro di cui ho bisogno, tanto per far cadere quasi distrattamente una citazione pop-trash molto anni ottanta.
Quasi una commedia, quasi sci-fi. In questo limbo narrativo si dimenano i miei pensieri mentre osservo divertito i personaggi di questa serie dibattersi su temi che spaziano dall’intelligenza artificiale, alla vita dopo la morte.

Una questione spinosa quella dell’immortalità risolta in questa serie tv, con un “upload” della coscienza dei personaggi in un mondo virtuale, identico a quello reale. Un limbo digitale dal quale attendere senza limiti di tempo che qualcuno sviluppi una tecnologia che rende possibile il download.
Sotto la superficie della narrazione principale, si agitano temi importanti nel mondo tech: open source vs software proprietari, l’accesso alle risorse digitali. Mescolati poi magistralmente a temi più spirituali, l’esistenza di un “afterlife” che sia esso un paradiso oppure un inferno dantesco.

Questo futuro prossimo raccontato in After Life è uno sguardo ad uno dei mille futuri possibili, addirittura probabile.
Ci sono già questi universi digitali nei quali condividiamo una esistenza alternativa a quella reale, nella quali non invecchiamo, non c’è una morte definitiva e tutto è regolato da una serie di regole scritte e implementate da chi si trova all’esterno, nel mondo fisico newtoniano.

Tutto plausibile, tremendamente plausibile finanche il coding sullo schermo, così al termine della prima stagione mi chiedo perché non ne sia già pronta una seconda, oppure perché non si adotta anche in occidente il modello televisivo cinese: tutte le puntate in una unica lunghissima stagione.
Mi toccherà attendere invece, per quello che potrebbe essere anche una spy story, così da poter ancora fare il tifo per i miei personaggi preferiti, sognare un futuro simile a quello e perché no, giocare ai miei adorati mmorpg con uno sguardo diverso e scrutare ancora una volta uno dei mille futuri possibili.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More