It’s Spring Festival anche se è Estate

The Lord of the Rings Online resta il miglior mmorpg quando a farla la padrone sono i festival.
C’è sempre un momento dell’anno nel quale si può festeggiare qualcosa, come un eterno e prolungato compleanno.
Immancabili gare a cavallo e poi una miriade di piccole attività, di tutti i tipi. Dalle vecchi e mai passate di moda “FedEx” quest a quelle nelle quali dovete visitare qualche NPC in giro per tutta la mappa del gioco che nel caso di LOTRO parliamo di qualche centinaio di chilometri quadrati reali.

C’è Miriael che gioca è ancora livello 108 qunado il cap è a 130 ma non c’è nessuna ragione per scattare verso il cap, a parte la non trascurabile mega offerta che mi permette di usufruire gratuitamente dell’ultima espansione che mi sono rifiutato di comprare con denaro vero anche in virtù del fatto che ho quasi 30.000 coin da spendere e come per le precedenti espansioni vorrei usare quelli per acquistare anche questa.
Al momento quindi perdo poco, una “nuova” razza di nani che tanto io non sopporto comunque e quindi posso andare avanti così senza problemi ancora per molto.

Volevo questo titolo, spendendo al massimo dieci euro.
Missione compiuta.
L’operazione è stata più complessa del dovuto ma alla fine possiamo annoverare anche Fallout 76 nella pletora dei titoli acquistati a prezzi irrisori nel loro momento peggiore per il gameplay, poi rilanciati con un qualche DLC gratuito e diventati il gioco che dovevano essere al lancio e che sono riusciti ad essere solo ora.
No Man’s Sky, Fallout 76 e Anthem, presi spendendo in tutto 20 euro e ora giochi, anche se per Anthem attendo ancora l’arrivo ufficiale della versione 2.0, del tutto godibili e anzi dei veri affari a quel prezzo.

Mentre sono però impegnato nella tediosissima ma molto remunerativa quest del Festival di Primavera, nella quale devo schiacciare entro un tempo limite delle maledettissime talpe, rifletto sulla prossima lista di titoli che vorrei concludere.
Detroit Become Human, sono li ad un passo dalla fine, almeno così mi suggerisce la mia intuizione di narratore.
Guild Wars 2, insomma sono quasi al 40 quindi a metà strada dal cap e dalla prima mount in questo gioco.
In attesa che Greymoor scenda ad un prezzo almeno nei pressi della decenza, perché al momento ha lo stesso prezzo di un titolo completo e questo invece è l’ennesimo di milla milia DLC. Comprendo il tentativo di spingere la base dei giocatori ad abbonarsi ma così credo si esageri almeno un po’.
Stesso discorso per Iceborn, l’espansione di Monster Hunter World.
C’è anche il pacchetto gratuito di quest per DDO, Dungeon and Dragons Online.
Delusione per il porting su console di Phantasy Star Online 2 che si è sommata a quella per Bless Online, tutto generato dall’osceno sistema di “enchant” delle armi e delle armature, basato più sulla fortuna e sulla casualità che su un reale e concreto apporto del giocatore.
Domenica di Volta League, la lega manageriale per FIFA 20 è tempo di tornare agli impegni istituzionali.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More