Videogame

Guild Wars 2 – Mid 40’s

Log-in, autenticazione doppia e finalmente in game.
Certo ogni volta ricordo di aver caricato l’espansione sull’account sbagliato ma ora posso farci poco, anzi quasi niente.
Dual Wild Warrior, una build trovata facendo qualche ricerca sul web e via così per oltre quaranta livelli.
In un misto di casual gameplay e completismo eccomi alle prese con una missione nella quale “droppo” due asce.
Fino ad ora mi ero ostinato a giocare con due spade, mi sembrava più figo.
Annotazione importante, in GW2 le armi che vengono equipaggiate determinano il set di skill relative.
Decido quindi di provare per qualche quest queste nuove abilità, non impiego più di dieci mob a scoprire che, ovviamente, chi aveva realizzato la build aveva ragione. Le due asce sono assolutamente devastanti, i mob letteralmente si sciolgono con buona pace mia e del mio tentativo anche successivo di utilizzare ad esempio un’arma a due mani semplicemente perché aveva una skill molto bella.

Avrei anche lo storyline da seguire con quell’icona che lampeggia nella periferia del mio sguardo e mi ricorda che è il momento di intraprendere questo viaggio, quello delle Live-Season. Voglio andare sul sicuro però e quindi preferiscono giocarmela con almeno qualche livello di vantaggio rispetto a quello indicato dalle quest stesse, odio morire, odio lo “slow-grind” e quindi mi prende del tempo.
In Guild Wars 2 è abbastanza facile che accada, arrivo in una zona, apro la mappa, controllo i punti da visitare e in men che non si dica mi ritrovo a saltellare per raggiungere qualche inusuale località geografica, qualche scosceso costone o alto picco.
Anche questo è GW2, nel bene e nel male.

Tags

About the author

Miriael

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.